Il circolo fotografico L’immagine BFI – SMF

Il Circolo Fotografico L’Immagine prende vita nei primissimi anni  settanta nel ridente quartiere romano di Casal Palocco. Il termine “Circolo” è  reso in senso ampio, perché in realtà L’Immagine  nasce e si sviluppa come Fondazione, ovvero un complesso di beni destinati allo sviluppo culturale dell’arte fotografica, il cui patrimonio, morale, culturale e materiale è dato senza soluzione di continuità dal suo fondatore Roberto Zuccalà. Il cammino de L’Immagine è stato lungo e fortemente articolato, in particolare è bene ricordare,  che per molto tempo  i suoi programmi si sono basati sullo studio, sulla ricerca e sulla verifica delle possibilità di interpretazione e applicazione fotografica del pensiero o delle teorie dell’arte contemporanea. I soci de L’Immagine sono una ventina, tutti iscritti alla Fiaf.

Oltre al costante desiderio di migliorare il proprio rapporto con la fotografia  rapporto che ancora oggi viene stimolato attraverso incontri, proiezioni, dibattiti, mostre e scambi, il Circolo L’Immagine tende anche ad esportare idee, concetti e, ovviamente, immagini che germoglino in seno al circolo stesso dalla fantasia o dall’estro dei suoi  autori. Attività e progetti: La Mail Art, l’arte postale, ovvero la realizzazione e la diffusione di scambi foto-epistolari, per mezzo della  fotocartolina d’autore. La Mail Art è il fiore all’occhiello di questo circolo essendo un’attività ideata e realizzata dal suo fondatore Roberto Zuccalà. Ciò ha permesso di diffondere un proprio modo di vivere la fotografia, di aggregare il popolo dei fotoamatori, a favorire il collezionismo di piccole foto originali ed ad incrementare il dialogo e il contatto tra autori diversi anche lontani. Il nostro circolo riserva due serata ogni anno a questa attività dove si discute di fotografia si catalogano tendenze si analizzano autori. Attività sempre interessante che aggrega i soci de L’Immagine a molti autori sparsi in tutto il territorio della penisola, in queste serate di “salotto” spesso si ospitano autori della Mail Art. I Mini-portfolio (portaolio in dimensioni ridotte), come strumento di divulgazione delle nuove idee e dei nuovi lavori, mezzo economico ma “antico” che ci permette di presentare i neonati lavori tra di noi o di inviarli a basso costo a circoli amici. Il progetto editoriale 2009 de L’Immagine. Quest’anno sulla scia dei lusinghieri successi del 2008 (anno in cui abbiamo realizzato ben tre mostre, di cui una dedicata al progetto fiaf dell’immagine del gusto e le altre due per nostri primi 35 anni di vita fotografica) abbiamo deciso di realizzare un catalogo della mostra programmata per il prossimo Ottobre. Questo evento -l’editoria- vuole essere una vetrina che si proporrà alla gente di fotografia andando oltre i confini fotografici abituali. Nella stagione 2008/2009 abbiamo ideato il “Salotto de L’Immagine” una serata dedicata a ciascuno di noi. Le serate de Salotto diventano vere serate a sorpresa gli autori, infatti, hanno facoltà di presentare ciò che vogliono… la fotografia; l’iter mentale che li ha indotti a quegli scatti; se hanno fotografato persone spiegheranno il loro approccio con le stesse e lo stesso dicasi se hanno fotografato luoghi.  Un nostro dogma è quello di sposare tutte le iniziative che la FIAF propone, concorsi, lettura di portfolio, mostre cirmof e tutte quelle iniziative che servono a crescere. Tutto quanto fin qui detto è divertente ed è attività di club, ci sono però anche i rovesci delle medaglie… la negatività più grande che si trova dalle nostre parti è l’assoluta assenza o mancanza d’interesse degli altri circoli capitolini o regionali. Tolti alcuni club, con i quali si hanno rapporti antichi di vera amicizia, gli altri sono veri e propri fantasmi. Perché questo ???  Perché  molti club iscritti alla fiaf in realtà non sono club, non fanno vita da club (in senso federativo), questi club sono in realtà dei cral, dei dopolavoro ed hanno senso solo ed esclusivamente nell’ambito dell’azienda dove operano. Sono anche e troppi i club che in realtà sono delle Scuole di Fotografia, certamente utili, ma ai fini dello scambio tra circoli fiaf il loro interesse è uguale a zero. Noi con immensi sforzi tentiamo di unire gente e programmare iniziative, però siamo anche a dire di altri un’isola felice, che spera di diventare una grossa “penisola” di fotoamatori. Vorrei fermarmi qui, ma spero d’avere nuove occasioni per meglio segnalare i miei punti di vista.


Un colossale abbraccio da Paolo Schifano segretario de L’Immagine di Roma.

Popularity: 1% [?]

Leave a Reply