Angelici Alberto – Lungomare di Camogli

E’ marzo e sulla costa ligure si respira aria di primavera. Gli ombrelloni tornano a vivere dopo la pausa invernale e un sole tiepido gia’ invita alla passeggiata.

100 Alberto Angelici Lungomare di camogli

Popularity: 1% [?]

Comments (6)

 

  1. classicissima ripresa di Camogli, magari insolta con la spiaggia vuota ( e meno male vi dirò…c’è sempre il mondo in quasi tutti i mesi…!)
    l’omino sulla panchina aggiunge quel non so che che fa già vacanza e relax.
    Personalmente preferisco la Camogli turbolenta delle mareggiate dove la spiaggia scompare e le onde lunghe si infrangono sulla facciata della chiesa.
    lì si vede una camogli poetica e non turistica.
    Donatella Tandelli

  2. Antonino Tutolo scrive:

    E’ un’immagine scattata con diligenza, rispettando le regole della composizione prospettica.
    Forse il colore avrebbe detto qualcosa di più.
    A parte la descrizione del luogo, la foto non comunica nulla di più. La presenza umana e la barca in primo piano sembrano far parte della natura senza tempo: non recitano un significato aggiuntivo. Il bianco sparato della barca sottrae attenzione al resto, senza aggiungere nulla di particolare all’insieme.
    Nelle foto in bianco e nero occorre fare attenzione ai bianchi puri: attirano l’attenzione oltre misura.
    L’immagine risulta solo una buona ed onesta esercitazione compositiva.
    Antonino Tutolo

  3. Domenico Brizio scrive:

    La fotografia comunica serenità, calma, pausa, lento divenire del giorno… e in questi tempi, tumultuosi per molti aspetti, mi infonde un momento di pacifica riflessione con qualche estensione sul valore della parola ‘paesaggio’. Proprio quel che stiamo perdendo nella nostra frenesia attuale. Non tutti, per fortuna.
    Domenico Brizio

  4. Marco Furio Perini scrive:

    Fa un effetto strano guardare questa immagine con i fiocchi di neve (quelli del blog ovviamente) che la attraversano, sembra una nota di attualità in più, visto il maltempo che pochi giorni fa ha flagellato anche le coste liguri. Anch’io avrei preferito il colore, probabilmente perchè sono sempre stato affascinato dalle tinte pastello che caratterizzano quelle tipiche case liguri, il b/n credo che in effetti tolga qualcosa al fascino dello scorcio.
    Ciao, Marco Furio Perini.

  5. Giuliano Andrea Ravasio scrive:

    concordo con quanto espresso dai miei esimii colleghi amanti dell’arte fotografica, una fotografia scattata con particolare attenzione alla prospettiva, sviluppata in un buon bianco e nero del quale condivido la scelta ,essendo anch’io un cultore del monocromatico che ,a mio parere ,lascia correre la fantasia e l’immaginazione, nell’immaginare appunto i profumi e le fraganze dei colori di una giornata primaverile.
    ciao G.A. Ravasio.

  6. Sauro Marini scrive:

    Da appassionato del BN apprezzo lo scatto per il senso di serenità – già evidenziato da chi mi ha preceduto – che trasmette, reso più intenso dalle presenze umane (sia l’omino in tranquilla lettura, sia il gruppetto chiacchierante in secondo piano).
    Concordo con il bianco eccessivo della barca che, in un quadro di grande equilibrio di grigi, risulta un po’ prepotente.
    Un altro piccolo appunto – secondo il mio occhio – è la troppa vicinanza della barca al bordo inferiore, avrei lasciato un po’ di spiaggia per dare respiro.
    Auguri a tutti per un 2010 di ottimi scatti!
    Sauro Marini

Leave a Reply