Zenzolo Tiziano – Cremona – Il violino pensieroso

Il violino pensieroso Carnevale 2010 di Cremona.
Chissà a che cosa stava pensando questo violino.

146 Zenzolo Tiziano Il violino pensieroso

Popularity: 1% [?]

Comments (7)

 

  1. francesco street scrive:

    …..bella foto….forse quello sfocato forzato non mi convince….

  2. Il violino sta forse pensando a cosa deve aver fatto di male per meritarsi di essere massacrato da uno sfocato di postproduzione così maldestro…

    Fulvio Bortolozzo

  3. Catellani Franca scrive:

    concordo anche il taglio è approssimativo e poi quella grondaia che è bianca arriva all’occhio prima del soggetto, e lo sfuocato, è un peccato non averlo fatto in originale .Ciao franca

  4. Tiziano Zenzolo scrive:

    Avete ragione non mi sono reso conto di aver forzato così la cosa.

  5. Antonino Tutolo scrive:

    Il titolo dà la chiave di interpretazione, mettendo in relazione l’uomo vestito da violino (o contrabasso) e l’atteggiamento pensieroso del soggetto.
    Questa scena presentava il problema di dover evitare che il lettore interpretasse il manico dello strumento come un soggetto estraneo, capitato per caso sulla testa del soggetto, per un errore di inquadratura. Sulle prime ho pensato proprio a questo. Un’inquadratura più aperta avrebbe consentito di comprendere più facilmente che l’uomo è vestito da violino. A mio parere manca la possibilità di interpretare facilmente l’insieme, più che un’inquadratura verso sinistra. La mano che regge l’archetto, importante per la raffigurazione, riequilibra la il manico dello strumento sul terzo sinistro. Inoltre la parte di costume a destra è importante per definire la cassa dello strumento. Quello che manca è la chiarezza espositiva dell’insieme.
    Le macchie sullo sfondo sono aggressive e distolgono l’attenzione.

  6. Domenio Brizio scrive:

    Ho come una sensazione di un’atmosfera aliena e posticccia arivata ad amebizzare il povero malcapitato personaggio-violino.
    Avendo l’autore scattato in modalità ‘priorità di diaframma’ (come risulta), e se invece di F/5 avesse utilizzato un F/2.8 sarebbe stato forse già sufficiente ad evitare la maldestra attività postproduttiva ma avrebbe dovuto anche e comunque evitare di riprendere il ‘bianco’, elemento di disturbo troppo marcato.
    Le immagini si ‘fanno’ in ripresa… e mi rendo conto che è un’opinione.

  7. Foto di carnevale ne abbiamo viste in tutte le salse, ma di violini pensanti ancora eravamo vergini. Non mi piacciono né il taglio (corto in basso e frettoloso in alto), né lo sfumato sul viso e peggio che peggio lo sfocato virtuale che non riesce a far scomparire quel tondo viola-fucsia che sarebbe stato opportuno non dico clonare ma almeno desaturare per renderlo uniformemente incolore con il resto. ANche i neri piangono (nel senso che li vedo schiariti)

Leave a Reply