Tutolo Antonino – Termoli (CB) – Un breve riposo

Un breve riposo prima di un nuovo volo.


53 Tutolo Antonino - Un breve riposo

Popularity: 1% [?]

Comments (8)

 

  1. franca catellani scrive:

    Una barca ferma sul mare , un portellone che si presenta come una finestra aperta sul mondo . un uccellino si posa sugli ormeggi , ecco una magnifica occasione , una emozione colta nel suo attimo il fotografo pronto ne ferma la sosta per sempre , una immagine semplice ma che mi trasmette un sentimento di pace ,di libertà , una naturale inclinazione dell’uomo spettatore e attore nel grande teatro della natura .Nella scia restano le parole ””La mer a bercè mon coeur pour la vie”.

  2. L’attimalità bressoniana.

  3. Roberto Rognoni scrive:

    Sono d’accordo sul felice momento dello scatto (potrebbe andare bene per il progetto “cogli l’attimo” della mail art fiaf) e aggiungo trovo originale l’inquadratura che riesce a comprendere in un insieme piacevole il mare, la terra e l’imbarcazione.
    Purtroppo non si può controllare tutto e l’illuminazione principale evidenzia soprattutto la carrucola e poi in secondo piano l’uccellino che è il soggetto principale della foto …. per volontà dell’autore.

  4. Marco Furio Perini scrive:

    Un’immagine di ispirazione molto poetica. Mi piace la composizione che dà ampio spazio al contesto marinaro, mettendo però al centro dell’attenzione il passerotto nel suo attimo di pausa. La semplicità è un pregio che difficilmente non raggiunge i risultati sperati, e qui la semplicità ancora una volta, a mio parere, non ha fallito. Ciao

  5. Domenico Brizio scrive:

    Vedo una carrucola incombere su un passeriforme, però la carrucola ‘porta’ una fune d’acciaio scarrucolata… ma per ora appesa sta e l’animale non corre pericolo alcuno… :-)
    Questa immagine è la quintessenza di quanto rifiuti con la tua sempre informata e puntualmente analitica critica fotografica – scusami Antonino, non sono qui a distanza ‘professionale’ perchè c’è una vicinanza sotto il profilo passionale (la Fotografia) con te che me lo impedisce di fatto – …
    Rifilerei qualcosina in basso e modulerei tonalmente, conoscendoti. Per il resto sei stato molto pronto, prontissimo e questo attimo ce lo regali con piacere.
    C’è un bel contrasto di sentire tra la delicatezza vitale e fugace del passero e la freddezza distaccata e statica della carrucola: questo è il plus.

  6. Maurizio Tieghi scrive:

    perfette e fredde geometrie, smorti colori, odore di pece e catrame, stanca marea che non si decide al viaggio di ritorno, anima persa dell’autore che cerca conforto nel passero sapendo che tutto rimane uguale a se stesso mentre lui volerà via.

  7. franca catellani scrive:

    Non voletemene non riesco a farne ameno le immagini sono come parole poesia o racconto che sia ””””L’uomo e il mare “”””Sempre il mare, uomo libero, amerai!
    perché il mare è il tuo specchio; tu contempli
    nell’infinito svolgersi dell’onda
    l’anima tua, e un abisso è il tuo spirito
    non meno amaro. Godi nel tuffarti
    in seno alla tua immagine; l’abbracci
    con gli occhi e con le braccia, il cuore………
    Charles Baudelaire

  8. Antonino Tutolo scrive:

    @Domenico
    “contrasto …. tra la delicatezza vitale e fugace del passero e la freddezza distaccata e statica della carrucola: questo è il plus”.

    Era appunto la mia idea.
    Ho pensato di mettere in relazione (o meglio in contrasto) la gioviale e simpatica vivacità del passero con la geometria inanimata del ferro.
    Nella cornice non ho lesinato con lo spazio; volevo che essa recitasse la sua parte, con le linee variamente inclinate, colorate di freddo blu saturo.
    L’immagine sul monitor perde in saturazione e vivacità. Inoltre il giallo della carrucola e l’alone del controluce del passero sono poco evidenti.
    Il contrasto tra ombre e luce era elevatissimo. Il soggetto principale (il passero) era identificabile anche con questa sottoesposizione (e schiarirlo avrebbe comportato il bruciare ulteriormente i riflessi sul mare).
    Dunque un controluce; cercando di salvaguardare l’esposizione dello sfondo e la visibilità del blu della cornice, grazie al RAW.
    Cervellotico, quindi. Come è mio solito.

Leave a Reply