Muscas Leonardo – Cagliari – BCCB6


347 Leonardo Muscas BCCB6

Popularity: 1% [?]

Comments (10)

 

  1. Sorry, ma questa immagine fa parte di una serie presentata dall’autore per la selezione del Lens Based Art Show, di cui presiedo la Giuria. Per correttezza quindi mi astengo dal commentarla su questo blog.

  2. franca catellani scrive:

    Ritengo allora che ha fatto male l’autore a metterla in commento su questo blog , prima di una selezione da parte della giuria , non per mettere in discussione l’onestà della giuria – ma proprio per l’autore stesso che attraverso alcuni commenti positivi o negativi ne trarrebbe forse giudizi anticipati .

  3. Antonino Tutolo scrive:

    Il titolo non riesco a decodificarlo
    BCCB6 è forse il “Bilingual Christian Church Baltimore”?

    Nel bando di concorso è precisato che “La qualità concettuale ed espressiva del progetto, la perfezione della realizzazione materiale, l’innovazione tecnica e la contemporaneità delle soluzioni saranno alcuni dei criteri di eccellenza adottati per la selezione delle opere ammesse alla mostra”.

    Ottimo. Proprio quello di cui parlavo altrove.
    Però per discutere su questa immagine occorrerebbe avere qualche informazione in più, di un semplice titolo difficilmente comprensibile.

    Infatti i membri della giuria saranno aiutati nel giudizio dalla lettura della presentazione dell’opera, che gli autori dovranno allegare all’atto della presentazione.

  4. Domenico Brizio scrive:

    E’ materia, materia che sfugge a se stessa e porta la sua traccia sino al sensore ottico e… mi erompe nella mente come se fosse una rivelazione.
    Non solo perchè amo questa operazione fotografica e mi riconosco, dico: è un distillato della rena da cui prende vita e vi vedo la metafora della selezione operata dal tempo e dal vento.

  5. leonardo muscas scrive:

    Preg.mi , mi sono appena collegato sul blog , ho visto la mia foto e i commenti. Dalla lettura dei primi due sembra proprio che abbia fatto una gaffe. Vediamo di capire cos’è successo.
    Ho postato la foto in momenti differenti, senza pensare ad alcun collegamento né incompatibilità tra il BLOG di FotoIT e il LENS ART BASED SHOW. Non mi sono proprio posto il problema, per diverse ragioni.
    Una è che il regolamento del LENS ART BASED SHOW all’art. 3 specifica, cito testuale, che “le opere candidate possono far parte di un work in progress ed essere già presentate a concorsi, esposte in mostre personali e collettive ovvero pubblicate su monografie, cataloghi e periodici, ma la loro data di realizzazione non deve essere anteriore al 31 dicembre 2007.” Non è richiesto che siano inedite. Né possono esserlo, dal momento che l’art.5 così dispone: “Esiste una sola modalità di partecipazione al bando: pubblicazione sul sito photographers.it. . “
    Photographers pubblica immagini di diversi autori che chiunque può vedere e gli iscritti al sito anche, eventualmente, commentare. Si tratta di possibilità, non di obbligo. Come di possibilità e non di obbligo sarebbe un eventuale commento su FotoIt.
    Naturalmente condivido in pieno la scelta del signor Bortolozzo di astenersi dal commentare pubblicamente una immagine sulla quale dovrà successivamente pronunciarsi a porte chiuse.
    Non c’è stata da parte mia la richiesta specifica di un suo commento.
    Il blog di FotoIt è aperto a tutti. Altri non hanno il suo impedimento. Né credo che in alcun modo i componenti della giuria del bando in questione siano influenzati da giudizi altrui. Il fatto stesso che al concorso siano ammesse anche opere pubblicate su monografie o esposte in mostre presuppone che recensioni, scritti e, più in generale, giudizi su quelle opere siano su già stati espressi. In linea teorica potrebbero addirittura essere iscritti al bando lavori recensiti in altra sede da componenti della giuria stessa.

    Ma ci sono altre ragioni che hanno fatto si che io non mi ponessi il problema in questione.
    Sono stato un fotografo professionista molti anni fa. Ho cessato l’attività alla fine degli anni ottanta. Per venti anni non sono stato fotografo. Recentemente, molto recentemente, ho ripreso ad occuparmene, anche se non più a livello professionale. Ho trovato un mondo nuovo e nomi nuovi. Molti nomi noti della fotografia sono per me sconosciuti. Pian piano li memorizzo ma ci vuole tempo.
    . In vita mia ho partecipato a due soli concorsi: CONFINI 08 e il LENS ART BASED SHOW. Quest’ultimo perché ho ricevuto la mail di invito che è stata trasmessa a tutti i partecipanti non premiati di CONFINI 08. Quando ho letto il bando mi sono soffermato sugli articoli che riguardano le regole e le modalità di ammissione delle opere. Ho letto anche i nomi dei componenti della giuria. Nomi qualificati ma io non ne conosco neppure uno. Trenta secondi dopo averli letti me li ero già dimenticati. Ho caricato le foto e non ci ho pensato più. Lo stesso ho fatto per la foto del blog. Poteva essere questa o un’altra del mio archivio. In questa fase iniziale della mia nuova attività fotografica volevo principalmente fare nuove amicizie con persone che condividono la mia stessa passione. Non ricordavo assolutamente il nome del presidente della giuria del concorso e non ho fatto nessun collegamento mentale con il blog. Ma la cosa che mi sta più a cuore è che involontariamente si è creata una situazione imbarazzante con il sig. Bortolozzo. Non ha gradito la presenza di questa foto nel blog. Però non l’ha solo ignorata, ha ritenuto di spiegare perché non la commenta (e io, l’ho già detto, condivido in pieno la sua scelta di non commentare). Cosi facendo, però – lo dico senza polemica, sia chiaro – anche egli, come me prima, ha creato un effetto collaterale. Ha reso noto pubblicamente che questa foto partecipa al LENS ART BASED SHOW. Cliccando sull’apposita pagina alla voce “ visualizza tutti i progetti del bando” compare la seconda pagina che dice: “ per tutelare la riservatezza dei progetti partecipanti, il promotore ha deciso di non visualizzare i progetti inseriti e ancora in via di selezione”. il link è http://www.photographers.it/bandichiusi.php?id=19
    La scelta di tutela della riservatezza è comprensibile. Infatti una cosa è rendere visibile una immagine e diversa cosa è aggiungere l’informazione che quella immagine partecipa a un concorso.

    Però non è questo il fatto che mi dispiace. Mi dispiace quando, in qualche modo, mie azioni, in buona fede, creano problemi a chicchessia.
    Perciò vi prego tutti, il signor Bertolozzo in primis, ma anche Agostino, Franca, Domenico e chi si dovesse collegare, di accettare l’esternazione dei miei sentimenti e minimizzare questo episodio.
    Leonardo Muscas
    P.S. Per evitare altri equivoci: io non ho un profilo su Facebook, però c’è un mio omonimo.

  6. leonardo muscas scrive:

    Dimenticavo di dire che a volte non posso collegarmi in rete per giorni. Se non rispondo in tempi rapidi non è per scortesia. Appena posso lo faccio.

  7. xdd77f ???
    forse è il linguaggio dei marziani…..
    non si capisce molto cosa sia questo soggetto ma potrebbe sembrare un pezzo di terra visto dallo spazio…..
    miiiiiiiiiiiii proprio una foto spaziale!!!!

  8. Maurizio Tieghi scrive:

    N.C.C.U.C.! x Lens Based Art Show? E.C.S.N.F.

  9. @Leonardo Muscas
    “Perciò vi prego tutti, il signor Bertolozzo in primis, ma anche Agostino, Franca, Domenico e chi si dovesse collegare, di accettare l’esternazione dei miei sentimenti e minimizzare questo episodio.”

    Gentilissimo,
    mi dispiace di averle creato degli scompigli. Per mio conto, visto che da un certo tempo stavo commentando sistematicamente ogni immagine, volevo solo avvisare i frequentatori del blog sul perché mi astenevo dal commentare la sua fotografia. Punto.

    Le chiedo quindi di volermi scusare e di archiviare qui il fatto come piccolo disguido estivo.

  10. @Maurizio
    “Lens Based Art Show? E.C.S.N.F.”

    E Chi Se Ne Frega.
    Scrivilo per esteso che risulta più onesto anche se certo meno ipocritamente educato, almeno secondo certa mentalità borghesotta.

Leave a Reply