Deambrogio Mario – Biella – Mohammed

Mohammed, la nostra guida. Marocco 2010


134 Deambrogio Mario marocco2010

Popularity: 1% [?]

Comments (6)

 

  1. Mauro Marchetti scrive:

    Il profilo della rocca sembra delineare l’ardito viaggio dell’ uomo alla ricerca del proprio compimento, la figura in controluce si armonizza perfettamente con il paesaggio.
    Davvero splendida questa immagine, complimenti.
    Mauro

  2. Marco Furio Perini scrive:

    Lui sembra saltellare agevolmente su quella salita ripida ed assai accidentata. Una foto-silhouette che nell’essenzialità della sua composizione si fa guardare piacevolmente. Personalmente avrei preferito le tinte del cielo un po’ meno fredde, ma credo anche che in un controluce così non si potessero avere molte chances di natura cromatica. Ciao

  3. Essenziale e globale. Guardando quest’immagine ti rendi conto che potrebbe essere stata scattata ovunque e solo l’onestà dell’autore può dargli l’esatta collocazione. Prontezza di riflessi per un bello scatto. Bravo!
    Pier Giorgio

  4. Antonino Tutolo scrive:

    Condivido Pier Giorgio Bassoli. L’immagine potrebbe avere per titolo Reinhold Messner, o altri.
    Il trattamento di ottimizzazione, in post, quasi certamente su un file Jpeg, ha generato i salti di gradiente nel cielo.
    L’immagine è ben composta ed il piede sospeso, nel passo, genera curiosità nell’osservatore.
    E’ un’immagine che troverebbe maggiore significato in una serie.
    Complimenti all’autore

  5. Domenico Brizio scrive:

    La silhouette mi conduce oltre la figura umana: sembra un personaggio uscito da una storia fantasy se guardo agli arti superiori… accattivante la linea dell’orizzonte su cui il personaggio è avviato.

  6. Ancora un gioco d’ombre.
    Sembra proprio che alcuni autori rimpiangano le tecniche prefotografiche… :-)
    Comunque l’esito è graficamente interessante. Sembra un cartone animato in stile persiano contemporaneo.
    Certo, ce ne vanno di fotogrammi così per costruire una fiaba orientale e forse quindi è meglio che rimanga un episodio tra i tanti possibili, pescato nel cestino degli effetti fototecnici a disposizione di chiunque.

Leave a Reply