Nicolini Luciano – Torino – Guardoni

297 Nicolini Luciano - guardoni

Popularity: 1% [?]

Comments (5)

 

  1. Maurizio Tieghi scrive:

    I titoli delle fotografie dei maestri solitamente riportano la località dove è stata scattata, indicando a volte anche la data. Questo per scelta intelligente dell’autore , dei curatori delle mostre oppure degli editori. I fotoamatori invece, forse per dare maggior enfasi alle loro opere vedi questo blog, si dilettano a deliziare gli occasionali fruitori delle loro fotografie accostandogli un vastissimo campionario di titoli quasi sempre senza senso alcuno. Quando l’era del digitale era ancora coperta dal ghiaccio che si credeva perenne (era solo ieri) assistendo a proiezioni di diapositive, per citare un esempio quelle partecipante ai concorsi, dopo essersi riempiti fino alle orecchie di sensi di colpa causa le onnipresenti immagini di bambini “sporchi ed affamati” del terzo mondo, un’improbabile voce da speaker le declamava i loro titoli. Da inorridire. Alcuni facoltosi, incuranti delle note difficoltà dei fotografi dilettanti di trovare modelle decenti, infatti per questi le loro foto di glamour riportavano accanto al nome della ragazza (sempre in inglese!) un numero che al massimo arrivava a dieci, spudoratamente le numeravano con cifre da tre numeri!
    Per cortesia cambia perlomeno il titolo a questa poco interessante fotografia, anche perché chi va in giro per cercare immagini da fissare nel sensore di una macchina fotografica deve gioco forza guardarsi intono.

  2. a volte i titoli rovinano la predisposizione a guardare con favore una foto :-)

  3. Franco Mengucci scrive:

    Il titolo, croce e delizia di quasi tutti gli autori, è di certo un aspetto negativo di questa proposta fotografica che sebbene piacevole non si evidenzia per originalità.
    Franco

  4. Antonino Tutolo scrive:

    Dai, Luciano, non ti scoraggiare per i primi commenti!
    :-)

    Intanto c’é una donna, sulla sinistra, a controllare i “guardoni”!
    La vetrina, con prevalenza del colore rosso, attira l’attenzione; come pure la gestualità ripetuta dei manichini, tutti uguali.
    Quindi la presenza degli osservatori maschi è giustificata senza ricorrere a motivi “porcelli”.
    :-)
    Il soggetto è valido. E’ necessario solo un titolo migliore.
    “Curiosità”, “Vedo rosso”…
    L’inquadratura è da perfezionare: è inclinata verso destra, taglio del manichino all’estrema destra (soprattutto per l’ombra poco significativa in basso).
    Dicevo, non ti scoraggiare. Fotografando si migliora.
    Tutti abbiamo fotografato così.

  5. Loris Sartini scrive:

    A me piace pensare a spettatori ottusi che si fermano ad ammirare il nulla.
    Un po’ come accade davanti alla TV.
    Complimenti.
    Loris

Leave a Reply