Menichini Ambra – Terni – Outside

…………cercando una via d’uscita………..

304 Menichini Ambra outside

Popularity: 1% [?]

Comments (5)

 

  1. Roberto Depratti scrive:

    Complimenti sinceri ….. Una immagine perfettamente finalizzata; il taglio obliquo si sposa perfettamente con la composizione e con la gestione della luce che crea i giusti chiaroscuri su un’esistenza precaria …e pesante. I “Chiarori” sono praticamente il barlume della speranza.
    Grazie dell’attenzione.

  2. Maurizio Tieghi scrive:

    puoi stare tranquillo. rilassati. per questa volta la finestra non sbatte per quanto la situazione sia in precario equilibrio. come puoi ben vedere dal pendolo che stai da tempo fissando.

  3. Antonino Tutolo scrive:

    Outsider= estraneo, non gradito.
    La posizione raccolta, ranicchiata; la testa bassa.
    Uno spazio vitale ridotto, minacciato, tenebroso, povero, angusto. La mano si accerta che la finestra sia chiusa, che l’antro in cui è ridotto quell’essere umano nudo, umiliato, offra una minima protezione dai mali, dalle ingiurie, dalle ingiustizie, dalle persecuzioni del mondo.
    Ottima la composizione diagonale. Ottimo il chiaroscuro ed il nero puro.
    Complimenti all’autore.

  4. Gioacchino Castellani scrive:

    Buona l’idea e la posizione del soggetto, anche se non capisco il perchè dell’inclinazione dell’immagine e la vignettatura ai bordi. Sarebbe stata egualmente una immagine valida se ripresa normalmente. Anzi secondo me migliore perchè il braccio avrebbe creato una diagonale nella quale l’occhio dell’osservatore si sarebbe fermato sulla mano appoggiata alla finestra. Brava comunque la fotografa e piacevole la fotografia.

  5. Marco Priori scrive:

    Una via di uscita che non è effettivamente quella rappresentata dalla finestra di sopra, questo scatto mi regala la sensazione di un individuo nudo di fronte ad un problema materiale di esistenzialismo, essere cosi ranicchiato al suolo con la testa tra le gambe mi fa pensare alla centrazione che si ha quando si passa in per stato di disperazione, e la via di fuga deve venire dalla testa, dalla logica. Lui è ancora in uno stato di incoscienza, e cerca con la mano il contatto con la materia, una realta tangibile per una soluzione effettiva, concreta che ancora non ha trovato. Trovo lo scatto splendido, molto esplicativo, e mi piace veramente tanto, coplimenti vivissimi.

Leave a Reply