Iacovelli Livio – Foggia – Senza titolo

391 Iacovelli Livio street

Scattata dal campanile del santuario di Pompei.
L’immagine,di alcuni anni fa, è stata digitalizzata da dia e convertita in BN.

Popularity: 1% [?]

Comments (4)

 

  1. fotografare dall’alto sfruttando le geometrie del terreno e le ombre lunghe può dare risultati interessanti. Qui mi pare che i cerchi per terra siano stati tagliati un po’ a caso

  2. Guido Pucciarelli scrive:

    Secondo il mio punto di vista, è uno scatto interessante.L’occhio mi cade sulle lunghe sagome nere, mentre le bianche geometria circolari del selciato danno la sensazione di osservare la scena da una grata immaginaria.Entrando nel merito dell’origine della foto, sicuramente la conversione in bn ne ha esaltato le forme grafiche . E’ quindi una foto che ripensata in bn acquista più forza visiva.

  3. Antonio Esposito scrive:

    Concordo con i commenti precedenti. Sicuramente una più attenta inquadratura avrebbe reso molto di più. Cmq la foto personalmente suscita – Pesone che partecipano ad un gioco.

  4. Antonino Tutolo scrive:

    E’ una foto “di genere”, molto diffuso: “astrazioni geometriche che interagiscono col reale”.

    Con questa inquadratura, le ombre alte e centrali dei tre soggetti prevalgono sul contesto geometrico, togliendo tensione tra reale ed astratto. Pertanto avrei inquadrato i soggetti reali più in basso ed appena più a destra.
    Avrei cercato, se possibile, una migliore inquadratura dei cerchi. Per questo è preferibile scattare con un’inquadratura leggermente più ampia, in modo da poterla, poi, ridefinire in post, con maggiore precisione.
    Purtroppo, in questo genere, l’aspetto grafico e compositivo ha estrema rilevanza.

Leave a Reply