Matteo Prencipe – Manfredonia (FG) – Ascolta

421 Matteo Prencipe Ascolta

Omino assai popolare in paese va in giro con una bici piena zeppa di gadget di ogni genere, ogni tanto qualcuno gli offre un caffe per fargli raccontre qualche storia e prenderlo un po in giro…
personaggio esilarante e triste nel contempo fuori dal comune…

Popularity: 1% [?]

Comments (13)

 

  1. Antonino Tutolo scrive:

    Perché tagliare un orecchio e restringere il viso in un angolo, per mostrare delle macchie bianche, difficilmente interpretabili, sullo sfondo?
    Il decentrato è auspicabile, ma non è categoricamente vincente.
    La luce radente evidenzia le rugosità di un volto vissuto e due occhi che parlano di simpatica semplicità.

  2. Loris Sartini scrive:

    Naturalmente non è possibile cogliere in questa fotografia le informazioni che ci hai dato a supporto della tua realizzazione, ma la realizzazione stilistica mi piace molto.
    Quasi quasi mi vien da vedere alle spalle degli occhi vispi l’indefinito di un pensiero.
    LS

  3. Matteo Prencipe scrive:

    Ciao, Antonio…
    Sul taglio dell’ orecchio ero indeciso e lo sono tutt’ora…
    Ho decentrato il soggetto, per via dello sguardo rivolto verso l’interlocutore che gli sta parlando, mentre lo sfocato un po confuso alle spalle, mette piu in risalto l’attenzione che il soggetto deve fare per ascoltare meglio…
    Imho, naturalmente.
    Grazie per l’intervento anche a Loris…
    Matteo

  4. antonio cotugno scrive:

    ….è un lavoro non completo per uan questione di scelta del taglio.
    spesso anch’io propongo parte di un volto, ma faccio attenzione a non intaccare una parte basilare come, in questo caso, l’orecchio. in poche parole taglio si, ma deciso: togli tutto l’orecchio!
    per il resto mi piace e pure molto, sia pe per corposo b.n. sia per la resa dei dettagli.
    ciao.

  5. antonio cotugno scrive:

    ….è un lavoro non completo per uan questione di scelta del taglio.
    spesso anch’io propongo parte di un volto, ma faccio attenzione a non intaccare una parte basilare come, in questo caso, l’orecchio. in poche parole taglio si, ma deciso: togli tutto l’orecchio!
    per il resto mi piace e pure molto, sia pe il corposo b.n. sia per la resa dei dettagli.
    ciao.

  6. Matteo Prencipe scrive:

    Ti ringrazio per consiglio e per aver apprezzato lo scatto, Antonio…
    sicuramente farò un taglio piu deciso…
    un saluto.

    Matteo

  7. Amoruso Pasquale scrive:

    Uno scatto che apprezzo, mi piace la trama del volto del soggetto, sono d’accordo sul taglio che andava osato, ma a questo si può rimediare.
    Complimenti Matteo, bello anche il BN contrastato ma non bruciato!

  8. Viso molto interessante reso piutosto bene dal solito BN drammatico. Lasciarlo di lato però avrebbe avuto un senso se lo sfocato avresse lasciato leggere qualcosa di particolare e di leggibile. QUI invece non solo lo sfocato non è gradevole ma neppure leggibile. Resta cmq quel viso che dice molte più cose di quello che lo scatto contiene

  9. Matteo Prencipe scrive:

    Ciao, Giovanni e Pasquale.
    Lo sfocato dietro è quasi irrilevante…
    come dicevo prima, lo sguardo del soggetto va oltre il fotogramma, lasciando spazio all’immaginario che unito al volto vissuto dell’uomo, da piu senso allo scatto.
    Grazie per gli interventi.

  10. Antonino Tutolo scrive:

    @Matteo Principe
    “..mette piu in risalto l’attenzione che il soggetto deve fare per ascoltare meglio…”

    E’ positivo che tu abbia percepito la necessità di raffigurare la repulsione (diciamo così) che il fotografo deve vincere per avvicinarsi a soggetti che al primo approccio generano diffidenza, timore per il loro stato.
    Purtroppo l’artificio simbolico che hai cercato di usare, per esprimere questa difficoltà di comunicazione soggetto- fotografo o comunque testimone, si scontra con la necessità tecnica di non distrarre lo sguardo dal soggetto.
    Nella foto egli risulta un qualunque, simpatico vecchietto.

  11. Antonino Tutolo scrive:

    Forse “l’abito” (un mezzo busto) avrebbe potuto raccontare qualcosa di più della sua personalità, del suo essere.

  12. Novelli Giusy scrive:

    Mi piace molto il taglio della foto compreso quello dell’orecchio, perchè mette in risalto proprio il senso del sentire, e gli occhi seguono la direzione da cui proviene probabilmente un suono. Il taglio insomma è la giusta focalizzazione dell’intento. Bravissimo anche per le altre foto che ho visto in giro… W Manfredonia!

  13. Marco Romualdi scrive:

    Condivido la sottolineatura di Novelli in ordine all’orecchio “visibile”…più che lo sguardo, è l’elemento che giustifica il titolo “Ascolta” per la grandezza del padiglione e per la direzione verso cui sembra essere stato azionato…lo sguardo, invece, mi sembra un po’ posato, come se al soggetto fotografato fosse stato chiesto di guardare di lato…a maggior ragione per il taglio della foto, in cui un pochino di decentramento in meno (magari solo per far intravvedere un pezzetto in più dell’altro orecchio) avrebbe giovato in termini di naturalità.
    Ciò detto, è decisamente apprezzabile il trattamento del BN, che riesce a descrivere in modo assai ricco il volto di questo “omino” senza mai perdere l’utilità dei mezzi toni, senza mai chiudersi in neri profondi…

Leave a Reply