Marco Furio Perini – Torino – Milonga

454 Marco Furio Perini milonga

In una piazzetta di Torino, ancora una esibizione di milonga e tango argentino.

Popularity: 1% [?]

Comments (7)

 

  1. Carla Pellegrini scrive:

    Che bella!
    Musica e danza un connubio sempre affascinante.
    Ma c’è una cosa che mi piace ancor di piu’ :
    il bianco ed il nero sono le tinte forti di una fotografia a colori.
    Bravo Marco .. o Furio … o Marco Furio ? ;-)

  2. Maurizio Tieghi scrive:

    è sempre un’impresa ardua tramite una fotografia rendere una scena di ballo, notoriamente la foto congela l’attimo mentre il ballo è movimento), inoltre la musica non si sente per ora, domani forse. quindi ci aiuta a rivivere tramite la sua suggestione e l’abilità del fotografo attimi che ci sono già noti. ora in questo caso il fotografo doveva spostarsi leggermente a destra per mostrarci anche il piedi del tangheros, il resto è ok

  3. franca catellani scrive:

    concordo con Maurizio – spostamento del fotografo – leggermente a dx avrei dato un taglio meno stretto per non appiattire i due punti di vista ballerini e suonatore !

  4. Marco Furio Perini scrive:

    Scusate il ritardo, ero fuori città.
    Sono d’accordo per l’opportunità di un leggero spostamento a destra del fotografo. Purtroppo la mia posizione era obbligata, non potevo muovermi di lì se non cambiare proprio del tutto il punto di ripresa. Già in quella posizione ho fatto le contorsioni per inquadrare solo quel che si vede tenendo fuori tutto quel che non ci azzeccava con la scena… :-(
    @ Carla: Marco e basta va benissimo… :-)
    Grazie a voi, ciao!

  5. Antonino Tutolo scrive:

    Condivido pienamente Maurizio.
    Aggiungo che un leggero effetto di mosso avrebbe reso la dinamicità dell’azione principale.
    Tra i vestiti bianchi dei ballerini, che lasciano presuppore una sofisticazione nella rappresentazione, e l’abito più comune e la posizione del fisarmonicista sulla sedia, colgo una differenza di stile.
    So che normalmente avviene così, ma questo confronto mi colpisce.

  6. Caporaletti Maurizio scrive:

    Trovo l’immagine ben posizionata sul frame , molto interessante il punto di ripresa , un unica accortezza un diaframma piu aperto avrebbe reso molto piu interessante l’intera immagine

  7. Domenico Brizio scrive:

    Mi piace la continuità dinamica che percorre dall’alto a destra: il piede e la gamba femminile, la gamba dell’uomo, entra sul dorso del suonatore e continua sul braccio fino ai tasti dello strumento. praticamente una ‘S’. Quasi un esse. Perchè non vedo staticità.

Leave a Reply