Piero Puntoni – Campo (PI) – Lungolinea

538 Piero Puntoni linea

Anche i ciclisti si incontrano lungo una linea gialla di una strada vietata alle auto e che adesso (finalmente!) è tutta per loro.

Popularity: 1% [?]

Comments (3)

 

  1. Enrico Maddalena scrive:

    Due elementi balzano subito all’occhio: quel “500″ ed il ciclista. L’immagine è inclinata da sinistra a destra, nel senso naturale di lettura e nella direzione di avanzamento del mezzo. La foto è in B/N tranne la striscia gialla che, nonostante questo, non assume un peso strutturale superiore ai due elementi di cui ho detto. Il segno metrico e l’inclinazione della foto a mio avviso suggeriscono lo sforzo fisico. Il commento dell’autore è semplicemente una sua considerazione non ricavabile dai segni linguistici della foto.
    Una immagine certamente non banale.
    Un saluto

  2. Domenico Brizio scrive:

    Non comprendo il ‘taglio’ della testa del ciclista. Forse rimarcando cromaticamente la linea gialla si vuole rimarcare il soggetto ed il ciclista decollato porre sullo ‘sfondo’, anche a servizio dell’ortodossia compositiva basata sulla diagonale? Percepisco una rigidezza compositiva che non sostiene il senso della fotografia…

  3. maurizio tieghi scrive:

    Provo a fare un breve lettura ed una critica solo un poco più articolata della foto. E’ una fotografia molto interessante per il punto di ripresa scelta dall’autore che enfatizza i tre elementi iconici presenti nel fotogramma: la strada in salita, il ciclista che la sta scalando e la distanza del traguardo da raggiungere. Tramite questi forti segni è possibile ricavarne un significativo messaggio metaforico sulla difficoltà della vita umana. Quanto indicato mia lettura quasi sicuramente non coinciderà con il senso che l’autore vuole dare alla sua opera come si evince dal titolo, quindi mi permetto alcune valutazioni critiche par dare maggior significato al mio personale punto di vista su questa fotografia. Non mi convince per nulla la scelta del bianco & nero con la forzatura della linea gialla, che dovrebbe amplificare il senso di strada riservata ai ciclisti, bastava mostrare la foto a colori, inoltre come vedo io l’immagine sul monitor mi sembra mancante dei bianchi. Per quanto riguarda la sua composizione considerando che sono presenti molti elementi geometrici io avrei uniti i due angoli opposti del rettangolo con una delle linee presenti, il lato sinistro della strada oppure la linea gialla. Avrei preferito inoltre una maggior apertura verso la parte destra per fornire maggior profondità alla scena e nello stesso tempo rafforzare l’idea del percorso ancora da compiere. Il ciclista è troppo statico andava scelto un tempo più lungo oppure una maggiore chiusura del diaframma per mostrare il mulinetto delle gambe sui pedali. L’inquadratura del ciclista senza capo potrebbe stare a significare la generalizzazione del soggetto ma se era questa l’intenzione la figura andava tagliata ancora più in basso per enfatizzare le uniche cose importanti di questo sport, le gambe che spingono sulla la bici, binomio tra uomo e macchina.

Leave a Reply