Piero Puntoni – Pisa – Struttura 05

593 Pierpo Puntoni Struttura

Edificio per uffici (particolare 05/8)

Popularity: 1% [?]

Comments (7)

 

  1. lucy franco scrive:

    ottimo minimalismo grafico

    colori densi e linee nette, come è giusto che sia

  2. Bei colori, mi disturba la chiusura del lato dx col cielo e credo che sarebbe stata più efficace una chiusra simmetrica col muro, sempre che fosse possibile fare

  3. Enrico Maddalena scrive:

    Condivido il pensiero di Giovanni, avrei fatto sparire anche i due elementi (discendenti?) nelle due zone in ombra per rendere il tutto ancora più astratto. A mio modo di vedere ovviamente.
    Non so con quale focale è stata ripresa. Se fosse stato possibile allontanarsi ancora un po’, le due linee oblique delle zone nere sarebbero divenute più vicine al parallelismo.

  4. maurizio tieghi scrive:

    certo che a noi uomini un poco manca potersi, fotograficamente parlando, farsi l’autoritratto sul water con le mutandine rosa calate sulle ginocchia, oppure ritrarsi allo specchio con il tatuaggio nella schiena, ma anche la farfallina nell’inguine. quindi ci restano i particolari d’architettura colorati. sempre fotografati senza comprenderne il vero motivo, neanche mi piacciono che squadrano geometricamente le loro tele. Forse per ricercare ordine nel caos, affinità tra i colori. in questo tipo di foto si può giocare sulla perfetta simmetria oppure sull’elemento destabilizzante. concordo con quanto detto da chi mi ha preceduto. purtroppo ora io l’equilibrio simmetrico me lo ricavo da solo a discapito del pensiero dell’architetto, strumento distorci di photoshop agganciato sull’angolo in basso a destra, una tiratina verso l’esterno, e tutto si appiana…

  5. e infatti gli obiettivi shift non li compra + nessuno :-)

  6. Domenico Brizio scrive:

    Nell’operazione fotografica ci vedo solo la nota cromatica rinforzata del contrasto giallo-blu (accostata a neri). Il resto scompare, se scompare la nota, naturalmente, imho.

  7. pieropuntoni scrive:

    Grazie a tutti per la considerazione e per avermi aiutato a capire.
    Per una discussione costruttiva proverei a spiegare (non giustificare) i criteri che ho “sentito” in fase compositiva.
    Il pezzetto di cielo nell’angolo basso a destra era solo per dare una continuità visiva immaginando, appunto, la continuità della struttura; terminando perfettamente nell’angolo avrebbe “chiuso” repentinamente la visualizzazione. Inoltre mi era sembrato vi fosse un certo bilanciamento cromatico contro l’evidenza dei neri e del giallo.
    I discendenti: sono stati evidenziati per non far passare in secondo piano il “cos’é” e non far apparire il tutto esclusivamente come una sequenza di geometrie e nient’altro.
    Le perpendicolarità: effettivamente sono stato molto indeciso su questa “norma” ma alla fine ho voluto rischiare (e sperimentare) per dare instabilità al tutto come si evidenzia anche nel “trittico” finale che ho inviato a questo blog e che spero possa essere ancora motivo di discussione sul tema sempre aperto: “Le non-regole fotografiche”
    Grazie ancora e un caro saluto.

Leave a Reply