Antonio Perrone – Guidonia (RM) – Il giocattolo

Lo scatto è stato suggerito dall’abbandono, se pur temporaneo del suo giocattolo e quell’alternarsi delle gambe della bambina, cercando di cogliere un leggero mosso.

Popularity: 1% [?]

Comments (5)

 

  1. Enrico Maddalena scrive:

    Ottima scelta quella di escludere il volto della bimba. Al di là dei motivi di legge, l’attenzione dello spettatore si concentra così proprio sul moto dei piedi, descritto da un mosso ben misurato. Il forte peso strutturale del volto, avrebbe fatto passare in secondo piano l’aspetto che ha colpito l’autore.
    Enrico

  2. Antony Catania scrive:

    Uno scatto davvero ben composto, dove in questo equilibrio d’immagine si interseca la staticità del giocattolo (come se a riposo) e il dinamico movimento delle gambe della bimba come a dire l’impazienza di ricominciare a giocare.Ottimo il BN.
    Antony

  3. Questa privacy che ci fa tagliare le teste… fa passare la voglia di fotografare

  4. ambra menichini scrive:

    ottima
    dolce
    delicata
    molto “bambina”
    si fa perdonare anche il taglio della testa ce concentra l’occhio sull’atto
    ottimo il mosso
    Ambra

  5. maurizio tieghi scrive:

    cento cinquanta la gallina canta… ma certamente i bambini di oggi non si dondolano più con le parole delle nenie di una volta. perché fotografia deve a tutti i costi fare rima con nostalgia? perché l’essenziale inquadratura deve essere fintamente ingrigita con i toni di questo bianco & nero non particolarmente riuscito? colore perché sei stato sepolto sotto una finta patina del tempo?

Leave a Reply