Bruno Colalongo – Montesilvano (PE) – Presenze e suoni non udibili

Dietro di me ho lasciato il mare!

Popularity: 1% [?]

Comments (5)

 

  1. Dario Mariantoni scrive:

    Una immagine forte ed incisiva; la storia di una persona di cui si possono immaginare le fatiche quotidiane dell’umana esistenza, lasciato il mare una nuova speranza forse per un diverso futuro!

  2. Roberto Depratti scrive:

    Bellissimo frammento ……

  3. Enrico Maddalena scrive:

    Bellissima immagine. Il controluce di un uomo in cammino sulle piccole dune. Un piede è fermo e l’altro si fa avanti provocando una piccola tempesta di sabbia.
    Se avanziamo, rompiamo un equilibrio per trovarne un altro. E’ la metafora della vita: per innovare, occorre partire dalla tradizione. Lo so, è una integrazione psicologica, ma è quello cui mi ha fatto pensare questa immagine.

  4. condivido quanto espresso da Enrico Maddalena sulla metafora della vita.

    Ottavio

  5. Franca Catellani scrive:

    bellissima atmosfera una luce radente ma incisiva che accompagna il passo dell’uomo il nostro sguardo si fa complice di questo incedere , non ci è dato da sapere,dove arriverà o da dove è partito i piedi affondati nella sabbia, il movimento visibile attraverso il sollevamento di granelli finissimi , e di piacevole contatto sui piedi nudi. .Complimenti a Bruno per il b e nero magistrale

Leave a Reply